La domotica sempre più diffusa

Cos’è la domotica e perché utilizzarla?

La domotica o automazione domestica è quella disciplina che si occupa dello studio delle tecnologie volte a migliorare la qualità della vita nella casa e più in generale negli edifici. Ma non solo. La domotica consente infatti di ottenere un notevole incremento delle prestazioni e delle possibilità offerte dai diversi impianti presenti nell’abitazione, ottimizzando i consumi e permettendo l’integrazione di diversi funzioni quali controllo, comfort, sicurezza, risparmio energetico e comunicazione. Un sistema domotico consente infatti di realizzare, sia in ambito residenziale che terziario, la gestione coordinata di tutte queste funzioni.

Cosa cambia rispetto ad un impianto elettrico tradizionale?

Grazie alla domotica ci troviamo di fronte ad una “casa intelligente”, un ambiente che mette a disposizione di chi lo vive impianti e funzioni che vanno ben oltre a quelli tradizionali: controlla se abbiamo lasciato le luci accese e le finestre aperte, evita lo sgancio del contatore dell’energia elettrica quando si utilizzano troppi elettrodomestici, riceve gli ospiti attivando scenari luce o abbassa le tapparelle ed attiva l’antifurto ad orari prestabiliti, chiude l’acqua e il gas in caso di pericolo. Una sinergia dunque in grado di aumentare comfort, risparmio energetico e sicurezza!

Continua a leggere qui

Videosorveglianza, al via le richieste per il credito d’imposta

La Legge di Bilancio 2018 ha prorogato il Bonus ristrutturazioni confermando la agevolazioni fiscali del 2017 per la casa, decreto legge n. 83/2012. Per tutto il 2018 sarà possibile beneficiare delle detrazioni fiscali sicurezza del 50% per le spese sostenute ed entro il limite di 96.000 euro di spesa per unità immobiliare.

La proroga del bonus ristrutturazioni, consente di beneficiare della detrazione fiscale del 50% per le spese sostenute in ambito sicurezza; quali impianti antifurto e di sistemi di videosorveglianza avviati a partire dal 01/01/18. In ambito sicurezza le “ristrutturazioni edilizie” indicate sono:

  • Rilevatori di apertura e di effrazione sui serramenti
  • Rilevatori antifurto e centraline
  • Telecamere collegate con istituti di vigilanza privati

 

A renderlo noto l’Agenzia delle Entrate nel Provvedimento 33037/2016 in cui specifica che tale richiesta andrà inviata tramite il software gratuito “Creditovideosorverglianza” sul sito delle Entrate.
Impianti di sicurezza: beneficiari del credito d’imposta

Possono fruire dell’agevolazione, istituita dalla Legge di Stabilità 2016 con uno stanziamento di 15 milioni di euro, le persone fisiche che hanno sostenuto spese d’installazione di tali impianti su immobili non utilizzati nell’esercizio dell’attività d’impresa o di lavoro autonomo.

Per gli immobili destinati promiscuamente all’attività di impresa e a residenza familiare, invece, il credito di imposta è ridotto del 50%.
Impianti di sicurezza: come accedere al credito d’imposta

Per beneficiare del ‘bonus’ è sufficiente inviare la domanda in cui vanno indicati: il codice fiscale del beneficiario e del fornitore del bene o servizio, nonché numero, data e importo delle fatture relative ai beni e servizi acquisiti, comprensivo dell’imposta sul valore aggiunto.

Occorre specificare se la fattura è relativa ad un immobile adibito promiscuamente all’esercizio d’impresa o di lavoro autonomo e all’uso personale o familiare del contribuente.

I contribuenti possono comunque presentare un’unica richiesta comprensiva dei dati di tutte le spese sostenute nel 2016 e, nel caso in cui siano presentate più istanze da un medesimo soggetto, sarà ritenuta valida l’ultima istanza presentata che sostituisce e annulla le precedenti domande.
Credito d’imposta videosorveglianza: da definire il contributo

L’Agenzia ha ricordato che il credito d’imposta sarà riconosciuto in misura percentuale successivamente, in base al che rapporto tra l’ammontare delle risorse stanziate e il credito d’imposta complessivamente richiesto.

 

Infine le Entrate ricordano che il beneficiario può utilizzare il credito d’imposta maturato in compensazione presentando il modello F24 esclusivamente tramite i servizi telematici dell’Agenzia delle entrate. Le persone fisiche non titolari di reddito d’impresa o di lavoro autonomo possono utilizzare il credito spettante anche in diminuzione delle imposte dovute in base alla dichiarazione dei redditi.

Fonte: Edilportale

Videosorveglianza

 

Smartflower – Il nuovo accumulo fotovoltaico da giardino

Smartflower™ è la prima soluzione all in one che combina la produzione di energia elettrica fotovoltaica ad un design unico ed esclusivo. Tutti i componenti di un impianto fotovoltaico (moduli fotovoltaici, inverter ..) sono completamente integrati nel sistema smartflower™. Per questo motivo Smartflower™ è una soluzione completa ma anche innovativa ed elegante per produrre la propria energia elettrica sfruttando la luce solare.

VP Solar è distributore unico per l’Italia e Malta di smartflower ™ ed è stato selezionato tra molti grazie alla sinergia di valori con smartflower energy GMBH.

Semplice: i lavori di installazione per smartflower™ sono estremamente ridotti poiché i componenti dell’impianto fotovoltaico sono già integrati nel sistema. Sarà sufficiente posizionare smartflower™ e connetterlo per diventare produttore della tua energia elettrica.

Efficiente: grazie al GPS integrato, al sistema di autopulizia e alle celle fotovoltaiche ad alta efficienza, smartflower™ può produrre fino al 40% in più rispetto ad un impianto fotovoltaico con caratteristiche simili ma posizionato su tetto.

Design unico ed esclusivo: smartflower™ è la prova che ciò che è efficiente può essere anche veramente bello. L’eleganza di smartflower™ non ha eguali sul mercato.

 1- produce il 40% in più di un impianto a pannelli sul tetto

Grazie all’inseguimento solare lo Smartflower si comporta esattamente come un girasole, si sveglia al mattino e dispiega tutti i suoi petali solari nella posizione ottimale per captare i preziosi raggi del sole mattutini, proseguendo cosi ad inseguire il sole per tutto il giorno sino all’ultimo raggio disponibile del tramonto. Questo comportamento permette di ottenere un angolazione ottimale in tutte le fasi della giornata sia d’estate che d’inverno garantendo una produzione quasi doppia rispetto ad un fotovoltaico tradizionale. Quando il sole tramonta definitivamente si ripiega su se stesso ripulendo automaticamente i propri petali fotovoltaici monocristallini ad alto rendimento, in modo da preparare in modo efficiente il risveglio e la captazione solare del giorno seguente.

 2- Aumenta la percentuale di autoconsumo diretto sino al 60% senza batterie di accumulo

Oltre ad aumentare la produzione di energia, l’inseguimento solare permette anche di produrre costantemente grossi quantitativi di elettricità dalle prime ore del mattino sino alla sera. Questo fa si che sin dalle 8 di mattina si abbiano a disposizione 2kwh di produzione, rimanendo costante sino alle 8/9 di sera d’estate. Ne consegue una percentuale di autoconsumo notevolmente superiore rispetto alla media, perchè è proprio al mattino e alla sera che l’abitazione consuma più energia elettrica.

 3- Si abbina perfettamente alla pompa di calore per riscaldamento

Lo smartflower POP è in grado di produrre 4.000kwh all’anno, esattamente la quantità di energia elettrica di cui ha bisogno una pompa di calore per riscaldamento per riscaldare e produrre acqua calda tutto l’anno.  Il fiore fotovoltaico “Smartflower” in abbinamento alle termopompe professionali di azzera le bollette ti garantiranno un eccellenza assoluta in termini di affidabilità e copertura energetica della tua abitazione.

4-Si adatta perfettamente ad un impianto fotovoltaico esistente

Aumentare la potenza dell’impianto fotovoltaico tradizionale quando si decide di installare una termopompa per il riscaldamento, è diventata un’esigenza obbligata per tantissimi possessori di impianti fotovoltaici a tetto.

Infatti installando pompe di calore per il riscaldamento l’energia di un tradizionale impianto da 3/4 kw non basta più, perchè si trasferisce tutto il carico energetico di riscaldamento e acqua calda sull’elettricità e quindi si rende obbligatoria un integrazione di potenza.

Ci sono parecchi impianti che godono ancora del conto energia (incentivo alla produzione per 20 anni) e cercare di modificare il campo solare a tetto esistente rischierebbe di far saltare tutto l’incentivo rimanente, con una perdita economica notevole, inoltre nella maggior parte dei casi ci si ritrova senza più disponibilità sul tetto.

Grazie allo Smartflower, che non necessita di permessi e paesaggistiche per essere posato in giardino, si può integrare agevolmente tutta la potenza elettrica di cui queste termopompe necessitano, risolvendo agevolmente il problema, integrando con una soluzione di prestigio il proprio giardino e  senza intaccare la continuità dell’impianto esistente sul tetto.

5- Smartflower è già predisposto per le batterie al litio

Essendo un fotovoltaico di ultima generazione e made in Austria, il sistema è già predisposto per le batterie di accumulo, che ti garantiscono di immagazzinare energia elettrica durante il giorno per riutilizzarla poi di notte e nei giorni seguenti in caso di brutto tempo.

6- piace alle donne!

In fatto di gusto, design ed estetica il mondo femminile non transige! Sopratutto quando si parla della propria casa. Il fatto di abbinare prestazioni eccezionali ad un design accattivante e di prestigio rende questo fiore fotovoltaico un must per le soluzioni residenziali di alto livello.

Intendiamoci, è chiaro che se ben installati anche i pannelli tradizionali non sono poi cosi male, ma avere un dispositivo in giardino posizionato in un luogo poco utilizzato, senza deturpare strutture moderne, vi permetterà di risolvere tutti i problemi con il gentil sesso e gli architetti…

7- Garantito 25 anni, autopulente, anti surriscaldamento e trasportabile in caso di trasloco.

La produzione viene garantita 25 anni , l’impianto si auto pulisce ogni giorno grazie alle spazzole montate tra un petalo e l’altro, in questo modo anche in caso di nevicate abbondanti si potrà ottenere la massima produzione e la massima efficienza.

Smartflower è completamente aerato in modo naturale, a differenza degli impianti a tetto che subiscono la radiazione solare diretta e indiretta delle tegole sottostanti, raggiungendo temperature proibitive soprattutto d’estate, pregiudicando la produzione proprio dove l’impianto dovrebbe rendere di più.

 Inoltre in caso di trasloco, sarà facilissimo smontare il fiore, caricarlo su un camioncino e portarselo nella nuova casa…