Mettere la tecnologia al servizio delle persone

Quali sono i progressi che hanno deviato in modo significativo la curva della storia umana? Tra i primissimi successi contiamo, l’agricoltura, l’invenzione della ruota, la scrittura… fino a giungere all’invenzione della macchina a vapore – che ha dato origine alla prima Età delle macchine – e oggi all’innovazione digitale, la cosiddetta seconda Età delle macchine.

Prestando un po’ di attenzione, è facile accorgersi nella vita di tutti i giorni quanto la nuova era digitale stia avendo un effetto benefico sulle nostre abitudini quotidiane.

Quasi tutti noi, tranne i cosiddetti nativi digitali, hanno la fortuna di poter mettere a confronto diretto la vita prima e dopo l’avvento della digitalizzazione. Frigorifero, televisore, aspirapolvere, lavatrice… Oggetti che oggi diamo per scontati, pochi decenni fa hanno determinato una vera e propria rivoluzione nelle nostre abitudini di vita. Pensiamo poi alle grandi innovazioni digitali: personal computer, smartphone e tablet hanno radicalmente trasformato la modalità di organizzare, elaborare e comunicare informazioni, accorciando tempi e distanze, contribuendo a migliorare la quotidianità di un gran numero di persone. L’innovazione informatica e digitale, infatti, riguarda i grandi sistemi di elaborazione di dati che consentono, ad esempio, di scrutare l’Universo o di comunicare sulla Luna, ma tocca molto da vicino anche le nostre vite.

Basta andare indietro solo di qualche decennio per ricordare, ad esempio, come fosse molto più difficile proteggere la casa. Lucchetti, chiavistelli e sbarre sono stati sostituiti o potenziati da moderni sistemi di allarme in grado di avvertirci via SMS in caso di effrazione anche a migliaia di chilometri di distanza. Progressi simili sono a portata di mano: basta guardarci intorno per riconoscere come l’innovazione tecnologica abbia letteralmente rivoluzionato e migliorato le nostre vite. Aprire e chiudere un cancello o un portone utilizzando un semplice radiocomando; regolare la temperatura di casa attraverso un cronotermostato o addirittura dall’App che abbiamo scaricato sullo smartphone; controllare gli accessi nei grandi spazi pubblici come un aeroporto o una manifestazione fieristica; gestire tutta la nostra abitazione attraverso un impianto domotico. E ancora, dare la buonanotte ai nostri figli in viaggio all’estero con una semplice videochiamata, acquistare online in modo facile e veloce ogni genere di prodotto o servizio, prenotare online una vacanza, acquistare un biglietto dell’aereo, accedere a milioni di informazioni e notizie utilizzando i motori di ricerca. È lunghissima la lista dei progressi tecnologici, inimmaginabili anche solo trent’anni fa, che hanno trasformato operazioni complesse e faticose in azioni semplici e veloci, alla portata di tutti.

Nonostante sorgano dubbi sugli effetti benefici di un inarrestabile progresso, è indubbio che la tecnologia abbia contribuito a migliorare radicalmente le nostre condizioni di vita quotidiana. In particolare, ciò vale quando pensiamo alle innovazioni che contraddistinguono la nostra epoca. La tecnologia, infatti, è sempre più economica e alla portata di tutti: basti pensare alla diffusione dello smartphone e a quanto oggi, rispetto a pochi anni fa, sia incredibilmente facile comunicare. È in grado di adeguarsi alle nostre abitudini di vita e anche a quelle di chi altrimenti avrebbe grandi difficoltà di movimento e comunicazione: pensate alle tecnologie assistive che tutti i giorni aiutano disabili e anziani a vivere una vita più facile e dignitosa. La tecnologia, inoltre, aiuta a superare le sfide ecologiche poste dalla prima Età delle macchine: grazie all’innovazione possiamo mettere a frutto le energie rinnovabili e contenere gli sprechi energetici, anche dentro le nostre case.

L’innovazione rappresenta una spinta a migliorare le proprie condizioni di vita insita nella natura dell’uomo alla quale contribuiscono quotidianamente anche aziende come Came. Mettere la tecnologia – finalmente – a servizio delle persone: è questa la sfida più ambiziosa del secolo.

Fonte: Came blog

Intervista a Maurizio Cresto, titolare dell’azienda

centro-tecnico-cresto-ivrea

Come nasce l’attività?

Il Centro Tecnico Cresto nasce nel 1984 dal mio entusiasmo di giovane ventenne desideroso di costruirmi un futuro mettendomi in gioco come elettricista. Sono passati ormai 32 anni e da ditta individuale oggi l’azienda è una piccola realtà ben strutturata che conta 5 collaboratori, tuttavia io, in qualità di titolare, continuo a mantenere un rapporto diretto con i clienti ritenendo questo aspetto un punto di forza per poter offrire sempre un servizio di qualità. Ampliando l’attività, dalla progettazione e realizzazione di impianti elettrici e antintrusione in edifici di civile abitazione e del terziario industriale, si è aggiunto il settore delle automazioni, cancelli e portoni automatici, fino alla completa integrazione di tutti gli impianti presenti in un edificio attraverso l’utilizzo di un sistema domotico.

Quali sono le esigenze da parte dei vostri clienti più difficili da soddisfare?

La parte difficile non è soddisfare l’esigenza bensì l’interpretazione corretta delle richieste dei clienti. Molto spesso il cliente non essendo a conoscenza delle possibili soluzioni non è in grado di esprimere le proprie esigenze. L’aspetto di cui mi occupo maggiormente è proprio questo: ovvero interpretare e tradurre in soluzioni tecniche i bisogni espressi.
Ad ogni esigenza cerco una soluzione tecnica e tecnologica per poter soddisfare il cliente e per dimostrare che un interlocutore professionale unico, garantisce una miglior integrazione delle apparecchiature installate e consente di costruire un rapporto di fiducia e soddisfazione tra l’ installatore ed il proprietario dell’immobile.

Continua a leggere qui

 

Il Centro Tecnico Cresto a Restructura con Hormann

Restructura Centro Tecnico Cresto

Dal 26 al 29 novembre a Lingotto Fiere di Torino torna Restructura, manifestazione interamente dedicata a riqualificazione, recupero e ristrutturazione edilizia, giunta alla sua 28° edizione. Un prezioso punto di incontro per i professionisti del settore ma anche per gli utenti finali, vista la grande crescita del settore delle ristrutturazioni: a Restructura, infatti, i consumatori possono trovare i materiali e le soluzioni migliori per rinnovare la propria abitazione. Il Centro Tecnico Cresto sarà presente all’evento con il partner Hormann, leader nel mondo delle chiusure con porte, portoni e motorizzazioni.

Leggi tutto…Il Centro Tecnico Cresto a Restructura con Hormann

Una nuova immagine per il Centro Tecnico Cresto

Elettricista Ivrea, Impianti antifurto Ivrea

Per festeggiare il successo di 30 anni di attività, il Centro Tecnico Cresto ha rinnovato la propria immagine aziendale partendo dal logo. Il processo creativo avviato ha portato ad un sostanziale cambiamento della forma del logo con piccoli aggiustamenti cromatici. Si tratta di un logo nuovo e moderno che mantiene una certa continuità nei colori aziendali storici esprimendo al meglio i valori attuali del Centro Tecnico Cresto, la sua storia e i suoi obiettivi.

Leggi tutto…Una nuova immagine per il Centro Tecnico Cresto

Evento Passive Days 2015

Evento Casa Passiva

Siamo lieti di comunicarvi che nelle giornate di venerdì 13 e sabato 14 novembre 2015 si terrà l’evento internazionale dei PASSIVE DAYS, in occasione del quale verrà presentata e promossa la realizzazione del primo edificio in Provincia di Torino certificato secondo il protocollo energetico inerente il comfort abitativo applicato all’edilizia del Passivhaus Institut di Darmstadt (Germania).

Leggi tutto…Evento Passive Days 2015