Impianti elettrici specifici per disabilità

Impianti elettrici a servizio di unità immobiliari in cui risiedono persone con disabilità o specifiche necessità vanno realizzati in modo da essere idonei ai loro fruitori.

Specifica Tecnica CEI 64-21 per persone con disabilità o specifica necessità

Il CEI ha pubblicato la Specifica Tecnica CEI 64-21 – “Ambienti residenziali: impianti adeguati all’ utilizzo da parte di persone con disabilità o specifica necessità” con lo scopo di fornire prescrizioni da applicare agli impianti elettrici di unità immobiliari a uso residenziale utilizzati da persone con disabilità o con necessità specifiche” (denominate nel seguito PNA) nei casi in cui vengano espressamente richieste dal committente (nota 1).

Per maggiori specifiche clicca qui

Fonte: www.elettronews.com

 

 

AUTOMAZIONI CONNESSE PER CANCELLI SCORREVOLI

Automazioni

 

Automazioni CONNESSE per cancelli scorrevoli

Soluzione ideale per cancelli scorrevoli residenziali e condominiali, connessi

Alcune delle caratteristiche principali di queste Automazioni:

*Portata fino a 1000 kg
*4 motorizzazioni, tutte con controllo a encoder disponibili anche nella versione Rapida ed Alta.
*Le versioni 400 e 600 kg permettono di rispettare le Norme vigenti in merito alle forze d’impatto
*Possibilità di funzionamento in emergenza in caso di blackout.
*Autodiagnosi dei dispositivi di sicurezza sia filari che wireless
*Predisposizione per i finecorsa magnetici e riscaldatore per le condizioni climatiche più critiche

 

Con le Automazioni CAME ogni cancello a battente o passaggio pedonale trova il motore più adatto. Anche dove la chiusura è già esistente o mancano le opportune predisposizioni. Semplicità d’uso (il telecomando sarà il tuo smartphone), affidabilità e massima personalizzazione nelle forme e nei colori del miglior design italiano.

 

Domotica: La Casa del futuro, iper-connessa con i nostri desideri

Stai ristrutturando la tua abitazione o stai acquistando una nuova casa? Prima di iniziare i lavori, prendi in considerazione l’opportunità di installare un impianto domotico.

Si chiama smart home ed è la casa del futuro. Non è scontato riuscire a immaginare come sarà l’abitazione del domani, quali saranno le innovazioni coinvolte, fino a che punto si spingerà la tecnologia: ecco uno spaccato di cosa ci aspetta.

Poter controllare tutto

Frigoriferi, tv e lavatrici connessi tra loro, dispositivi che permettono il monitoraggio di illuminazione e temperatura in ottica di risparmio energetico, sistemi per la sicurezza e la videosorveglianza sia dell’interno che dell’esterno: sono solo alcuni dei protagonisti coinvolti nello sviluppo dei sistemi che porteranno le nostre case ad essere sempre più smartOgnuno di essi avrà come principali alleati Internet of Things (IoT) e intelligenza artificiale (A.I.), e si baserà su una raccolta di dati cloud e sul machine learning. Tutto ciò renderà la casa sempre più intelligente, sempre più connessa. L’idea è che la tecnologia in ambiente domestico venga sempre più incontro all’uomo: l’abitazione del futuro sarà più autonoma e l’individuo potrà avere la supervisione e il controllo di ogni cosa da remoto in modo semplice e immediato.

Tecnologia smart

A poco a poco, ogni elemento della casa diventerà smart: lo specchio la mattina ci fornirà ogni informazione di cui abbiamo bisogno, come le previsioni del tempo, la temperatura, l’ora, o addirittura le news del giorno. Spostandosi in camera da letto, il materasso smart si farà custode delle nostre abitudini, immagazzinando le informazioni che ci riguardano e dandoci consigli su come dormire meglio. Le innovazioni non riguardano solo la camera da letto, ma anche la cucina: ecco quindi il frigo che monitora autonomamente il suo contenuto, grazie a delle telecamere interne, e che grazie ad un’app collegata vi permetterà di controllare dal supermercato cosa avete dimenticato di scrivere sulla lista della spesa. 

La sicurezza, una priorità

Con lo sviluppo esponenziale della tecnologia, la sicurezza resta una priorità. I sistemi di videosorveglianza sono sempre più efficienti, e permettono un controllo della casa anche a distanza, grazie allo smartphone: andare in vacanza non sarà più una preoccupazione. L’avanzamento della domotica permetterà di simulare la presenza umana all’interno delle mura domestiche anche se non è così, grazie agli scenari, cioè una combinazione che coinvolge le luci dell’appartamento, il sistema dell’allarme e l’apertura delle tapparelle; per gestire la loro attivazione basterà un solo comando.
 
Cosa ci riserverà il futuro? Questi sono solo alcuni spunti su cosa ci aspetta nell’abitazione di domani. Ciò che è certo è lo sviluppo di una tecnologia a ritmo sempre più serrato, che porterà le nostre vite in una direzione in cui l’individuo interagisce sempre più con l’ambiente che lo circonda. Una tecnologia, quindi, sempre più al servizio delle persone, per renderne la vita più semplice, piacevole e serena.

 

Fonte: Came blog

Evento Passive Days 2015

Evento Casa Passiva

Siamo lieti di comunicarvi che nelle giornate di venerdì 13 e sabato 14 novembre 2015 si terrà l’evento internazionale dei PASSIVE DAYS, in occasione del quale verrà presentata e promossa la realizzazione del primo edificio in Provincia di Torino certificato secondo il protocollo energetico inerente il comfort abitativo applicato all’edilizia del Passivhaus Institut di Darmstadt (Germania).

Leggi tutto…Evento Passive Days 2015