ENERGIA E CLIMA: entro il 2030

ENERGIA e CLIMA, cambiamo paradigma!?

energia e clima
Energie Rinnovabili

Il Piano Nazionale Integrato per l’Energia ed il Clima è stato presentato con le indicazioni delle politiche e le misure finalizzate al raggiungimento degli obiettivi europei per il 2030!

Mantenersi in linea con il progetto Energy Union della Commissione Europea è lo scopo!

Si propone di raggiungere, entro il 2030, alcuni obiettivi come:

Come tutti gli Stati Membri, anche l’Italia ha presentato un documento in cui vengono indicate le politiche e le misure finalizzate al raggiungimento degli obiettivi europei!

>copertura dei consumi finali con Fonti Rinnovabili per almeno il 30%
>riduzione del consumo di energia primaria
>riduzione del 33% dei gas serra emessi nei settori che non rientrano nell’ETS (Enti del Terzo Settore)

Altri obiettivi che spaziano in vari campi?
>decarbonizzazione
>sicurezza energetica
>elettrificazione dei consumi
>ricerca e innovazione
>competitività
>autoncusmo

Proviamoci davvero!!

Per il Settore Elettrico sono previste un’insieme di misure finalizzate a sostenere la realizzazione di nuovi impianti e la salvaguardia e potenziamento di quelli esistenti!

Nel nostro lavoro, con la DOMOTICA, si possono raggiungere ottime prestazioni!

Telefono: 0125 651672
Email: info@centrotecnicocresto.it
Via Aosta 81D 10016 Montalto Dora (TO)
www.centrotecnicresto.it
www.powerteamcasa.it

HÖRMANN: NOVITA’ PORTONI GARAGE

Hormann

NOVITA’  PORTONI HÖRMANN

Nuovi portoni più performanti dal punto di vista della coibentazione.

Realizzata in acciaio coibentato a doppia parete, questa nuova porta da garage presenta elementi a separazione termica con uno spessore di 67 mm e una doppia guarnizione sia per i singoli elementi sia a pavimento, importanti peculiarità che consentono alla chiusura di raggiungere i più elevati standard di isolamento termico.

Questo portone ha infatti un valore di trasmittanza termica pari a 0,31 W/(m²∙K) (per una dimensione di 5000×2125 mm) e garantisce quindi un potenziamento dei valori di coibentazione fino al 50% in più rispetto ai tradizionali modelli da 42 mm.

Per implementare ulteriormente l’efficienza energetica del prodotto, è inoltre possibile applicare su richiesta la guarnizione perimetrale ThermoFrame, grazie alla quale il telaio portone viene separato termicamente dalla muratura consentendo così un miglioramento dell’isolamento termico dell’intero portone.

Il nuovo portone sezionale Hörmann è inoltre proposto anche in Versione Premium, vale a dire con una speciale dotazione di ruote di scorrimento tandem, guide e componentistica in bianco grigio RAL 9002 , in grado di rendere l’insieme esteticamente ancora più raffinato.

Fonte: www.edilportale.com

Contattaci per ricevere informazioni  o per richiedere un preventivo gratuito.
Tel.: 0125651672
Mail: info@centrotecnicocresto.it
FB: https://www.facebook.com/pg/centrotecnicocresto

BONUS CASA

BONUS CASA.

Proroga di un anno delle detrazioni fiscali legate alla casa, ovvero bonus ristrutturazione, bonus mobili, ecobonus e bonus verde, e innalzamento a 65 mila euro della soglia dei ricavi (ma con una serie di limiti riguardanti i lavori svolti negli anni precedenti) per accedere al regime forfettario con tassazione al 15% per le Partite Iva.Queste le maggiori novità su casa e professionisti contenute nella Legge di Bilancio 2019 che ha ottenuto il via libera della Camera e ora passa all’esame del Senato.

Bonus casa 2019: la proroga delle detrazioni

La Legge di Bilancio 2019 prevede la proroga al 31 dicembre 2019 delle detrazioni del 50% previste dal bonus ristrutturazione e dal bonus mobili.

SCARICA LA GUIDA DI EDILPORTALE AL BONUS RISTRUTTURAZIONI 

SCARICA LA GUIDA DI EDILPORTALE AL BONUS MOBILI

La Manovra 2019, inoltre, proroga al 31 dicembre 2019 l’ecobonus per gli interventi di efficientamento energetico, sia di quelli detraibili al 65% che di quelli per i quali già dal 1° gennaio 2018 l’aliquota è scesa dal 65 al 50% (cioè infissi, schermature solari, caldaie in classe A e caldaie a biomassa).

SCARICA LA GUIDA DI EDILPORTALE ALL’ECOBONUS

Il provvedimento conferma per il 2019 anche il bonus verde, cioè la detrazione fiscale dall’Irpef del 36% delle spese sostenute per gli interventi di sistemazione a verde delle aree scoperte private di edifici esistenti, unità immobiliari, pertinenze e recinzioni, nonché la realizzazione di impianti di irrigazione e pozzi.

SCARICA LA GUIDA DI EDILPORTALE AL BONUS VERDE

Partite Iva, come cambia il regime forfetario 2019

L’accesso al regime forfetario, come lo conosciamo oggi, è normato dalla Legge di Stabilità per il 2015 (Legge 190/2014) che esclude dalla tassazione agevolata i soggetti che nell’anno precedente hanno percepito redditi oltre 30mila euro.

Il disegno di legge di Bilancio per il 2019 amplia la platea dei professionistiche potranno avvalersi del regime forfetario con tassazione al 15%, includendo anche coloro i quali nell’anno precedente hanno conseguito ricavi o percepito compensi fino a 65mila euro.

Si tratta di un tetto unico, valido per tutte le attività, mentre con la normativa ad oggi vigente le soglie sono differenziate in base al codice ATECO.

Il provvedimento, però, impone delle condizioni a chi vuole accedere al nuovo regime forfettario: sono escluse le persone fisiche che esercitano la propria attività prevalentemente nei confronti dei datori con i quali abbiano rapporti di lavoro esistenti o li abbiano avuti nei due precedenti periodi d’imposta.

A partire dal 2020 ci sarà una nuova estensione della platea dei beneficiari: il forfettario sarà esteso anche a chi guadagna fino a 100 mila euro; in questo caso, però, l’aliquota sarà al 20%. 

Fonte: www.edilportale.com

CASA PASSIVA 2.0

Una  CASA PASSIVA si realizza interamente con la DOMOTICA.

Benessere termico di chi ci abita, senza sfruttare fonti energetiche di riscaldamento alternative grazie al sistema domotico, antintrusione e di videocitofonia di Came.

Vengono seguiti i criteri di edilizia eco-sotenibile.

domotica
casa passiva e domotica

La casa passiva è priva di sistemi di riscaldamento: la somma degli apporti di calore provenienti dal sole trasmessi dalle finestre e aggiunti a quelli generati dagli elettrodomestici, compensano le perdite dell’involucro durante la stagione fredda.

Inoltre, una casa passiva, dispone di un impianto di ventilazione che garantisce un ricircolo costante dell’aria, e di una pompa di calore che immette aria calda nella ventilazione in inverno e aria fresca in estate. Un impianto fotovoltaico genera l’energia elettrica e l’acqua calda.

Tra le richieste, la gestione degli impianti da un unico sistema: dalla videocitofonia alle tapparelle, dalle aperture all’impianto TVCC, dalle luci a LED dimmerabili fino al controllo carichi.

Per rispondere alle esigenze di massimo comfort e benessere è stato installato CAME Domotic 3.0, una soluzione d’avanguardia, completa, integrata, modulare, e su misura perché consente ai proprietari di scegliere quali funzionalità domotiche implementare e quali eventualmente aggiungere anche a distanza di tempo.

Grazie alla tecnologia CAME Connect è possibile gestire tutte le automazioni nella casa da remoto: basta collegarsi in Cloud attraverso smartphone e tablet.

Anche la casa passiva richiede un elevato numero di utenze elettriche che rischiano di generare fenomeni di black-out, perché la richiesta di energia è spesso superiore a quella generata dall’impianto fotovoltaico e può portare a un sovraccarico del sistema.

Per risolvere questa problematica, sono stati installati i moduli di controllo energia di CAME Domotic 3.0 provvedono a scollegare i carichi elettrici meno importanti e a ricollegarli in un secondo momento (ovviamente in basa a priorità stabilite).

Il sistema, inoltre è dotato di terminale touch screen che permette di visualizzare il consumo attuale e storico dei carichi elettrici controllati e la lettura dell’energia prodotta e consumata dall’impianto fotovoltaico. Utilizzando due toroidi, collegati uno a valle del contatore e uno all’uscita dei pannelli, è possibile leggere il valore dell’energia prodotta, consumata e la risultante dei due valori.

Per una maggiore sicurezza di beni e persone, la casa passiva è dotata di un sistema antintrusione CAME, un sistema di videosorveglianza composto da monitor, telecamere e videoregistratori digitali e un sistema videocitofonico costituito da un posto esterno Thangram e un videocitofono vivavoce FUTURA IP a colori, con display LCD da 7’’.

Fonte: www.elettricomagazine.it

Guarda il  Video Casa Passiva

DETRAZIONI FISCALI

PROROGA DETRAZIONI FISCALI PER L’ANNO 2019

La legge di bilancio 2019  ha prorogato a tutto il 2019 la possibilità di usufruire della  detrazione Irpef (50%) e
del limite massimo di spesa di 96.000 euro per ciascuna unità immobiliare.

Per i lavori effettuati sulle singole unità abitative è possibile usufruire delle seguenti
detrazioni:

50% delle spese sostenute (bonifici effettuati) dal 26 giugno 2012 al 31 dicembre
2018, con un limite massimo di spesa di 96.000 euro per ciascuna unità
immobiliare

36%, con il limite massimo di spesa di 48.000 euro per unità immobiliare, delle
somme che saranno pagate dal 1° gennaio 2019.

Possono usufruire della detrazione tutti i contribuenti assoggettati all’imposta sul
reddito delle persone fisiche (Irpef), residenti o meno nel territorio dello Stato.

Per avere maggiori specifiche

Altre informazioni qui

 

INCENTIVI PER I SISTEMI DI ACCUMULO

 

Chi acquista un impianto fotovoltaico può usufruire delle detrazioni fiscali 2018 e vedersi rimborsato il 50% di quello che spende per l’acquisto e l’installazione dei pannelli e dell’inverter e dei sistemi di accumulo

L’Agenzia delle Entrate ha confermato che la detrazione fiscale del 50% è applicabile anche sui sistemi di accumulo installati su impianti fotovoltaici già esistenti.

La circolare 7/E/2018 afferma che “L’installazione del sistema di accumulo su un impianto (n.d.r. fotovoltaico) dà diritto alla detrazione sia nel caso in cui tale installazione sia contestuale che successiva a quella dell’impianto fotovoltaico, configurandosi, in dette ipotesi, il sistema di accumulo come un elemento funzionalmente collegato all’impianto fotovoltaico stesso”.

I costi delle opere finalizzate al contenimento acustico, anche se corrispondenti ad interventi di manutenzione ordinaria, sono ammissibili alla detrazione per la singola unità immobiliare a condizione che la scheda prodotto del costruttore certifichi l’ottenimento dei parametri fissati dalla legge n. 447 del 1995 (Circolare 11.05.1998 n. 121, paragrafo 4).
Lavori, su singole unità immobiliari e su parti comuni, finalizzati al conseguimento di risparmi energetici con particolare riguardo
all’ installazione di impianti basati sull’ impiego delle fonti rinnovabili di energia.
Le tipologie di opere ammesse ai benefici fiscali sono quelle previste dall’art. 1 del decreto del Ministro dell’Industria, del Commercio e dell’Artigianato del 15 febbraio 1992.

Tali opere possono essere realizzate anche in assenza di opere edilizie propriamente dette, acquisendo idonea documentazione (come, ad esempio, la scheda tecnica del produttore) attestante il conseguimento di risparmi energetici in applicazione della normativa vigente in materia (Circolare24.02.199b 8 n. 57, punto 3.4).

Rientra tra i lavori agevolabili, per esempio, l’installazione di un impianto fotovoltaico per la produzione di energia elettrica, in quanto basato sull’impiego della fonte solare e, quindi, sull’impiego di fonti rinnovabili di energia. Per usufruire della detrazione è comunque necessario che l’impianto sia installato per far fronte ai bisogni energetici dell’abitazione (cioè per usi domestici, di illuminazione, alimentazione di apparecchi elettrici, ecc.) e, quindi, che lo stesso sia posto direttamente al servizio dell’abitazione.
Per tali interventi, la detrazione:
– è cumulabile con il meccanismo dello scambio sul posto e del ritiro dedicato a condizione che
l’impianto installato sia posto direttamente al servizio dell’abitazione;
– non è cumulabile con la tariffa incentivante ( art. 9, comma 4, del DI 19 febbraio 2007 e Circolare 19.07.2007 n. 46, paragrafo 5);
– è comunque esclusa qualora la cessione dell’energia prodotta in eccesso configuri esercizio di attività commerciale come, ad esempio, nell’ ipotesi di impianto con potenza superiore a 20 kw e di impianto con potenza non superiore a 20 kw che non sia posto a servizio dell’abitazione (Risoluzione 2.04.2013 n. 22).
L’installazione del sistema di accumulo su un impianto dà diritto alla detrazione sia nel caso in cui tale installazione sia contestuale che successiva a quella dell’impianto fotovoltaico, configurandosi, in dette ipotesi, il sistema di accumulo come un elemento funzionalmente collegato all’ impianto fotovoltaico stesso.
Rientrano tra le spese agevolabili anche quelle sostenute per i sistemi di termo regolazione e contabilizzazione del consumo individuale del calore, in quanto finalizzati al conseguimento del risparmio energetico, installati senza che sia sostituito, integralmente o parzialmente, l’impianto di climatizzazione invernale ovvero nel caso in cui quest’ultimo sia sostituito con un impianto che non
presenti le caratteristiche tecniche richieste ai fini della detrazione per gli interventi di riqualificazione energetica di cui all’art. 1, comma 347, della legge . n. 296 del 2006 (Circolare 6.05.2016, n. 18, risposta 3.1).

Smartflower – Il nuovo accumulo fotovoltaico da giardino

Smartflower™ è la prima soluzione all in one che combina la produzione di energia elettrica fotovoltaica ad un design unico ed esclusivo. Tutti i componenti di un impianto fotovoltaico (moduli fotovoltaici, inverter ..) sono completamente integrati nel sistema smartflower™. Per questo motivo Smartflower™ è una soluzione completa ma anche innovativa ed elegante per produrre la propria energia elettrica sfruttando la luce solare.

VP Solar è distributore unico per l’Italia e Malta di smartflower ™ ed è stato selezionato tra molti grazie alla sinergia di valori con smartflower energy GMBH.

Semplice: i lavori di installazione per smartflower™ sono estremamente ridotti poiché i componenti dell’impianto fotovoltaico sono già integrati nel sistema. Sarà sufficiente posizionare smartflower™ e connetterlo per diventare produttore della tua energia elettrica.

Efficiente: grazie al GPS integrato, al sistema di autopulizia e alle celle fotovoltaiche ad alta efficienza, smartflower™ può produrre fino al 40% in più rispetto ad un impianto fotovoltaico con caratteristiche simili ma posizionato su tetto.

Design unico ed esclusivo: smartflower™ è la prova che ciò che è efficiente può essere anche veramente bello. L’eleganza di smartflower™ non ha eguali sul mercato.

 1- produce il 40% in più di un impianto a pannelli sul tetto

Grazie all’inseguimento solare lo Smartflower si comporta esattamente come un girasole, si sveglia al mattino e dispiega tutti i suoi petali solari nella posizione ottimale per captare i preziosi raggi del sole mattutini, proseguendo cosi ad inseguire il sole per tutto il giorno sino all’ultimo raggio disponibile del tramonto. Questo comportamento permette di ottenere un angolazione ottimale in tutte le fasi della giornata sia d’estate che d’inverno garantendo una produzione quasi doppia rispetto ad un fotovoltaico tradizionale. Quando il sole tramonta definitivamente si ripiega su se stesso ripulendo automaticamente i propri petali fotovoltaici monocristallini ad alto rendimento, in modo da preparare in modo efficiente il risveglio e la captazione solare del giorno seguente.

 2- Aumenta la percentuale di autoconsumo diretto sino al 60% senza batterie di accumulo

Oltre ad aumentare la produzione di energia, l’inseguimento solare permette anche di produrre costantemente grossi quantitativi di elettricità dalle prime ore del mattino sino alla sera. Questo fa si che sin dalle 8 di mattina si abbiano a disposizione 2kwh di produzione, rimanendo costante sino alle 8/9 di sera d’estate. Ne consegue una percentuale di autoconsumo notevolmente superiore rispetto alla media, perchè è proprio al mattino e alla sera che l’abitazione consuma più energia elettrica.

 3- Si abbina perfettamente alla pompa di calore per riscaldamento

Lo smartflower POP è in grado di produrre 4.000kwh all’anno, esattamente la quantità di energia elettrica di cui ha bisogno una pompa di calore per riscaldamento per riscaldare e produrre acqua calda tutto l’anno.  Il fiore fotovoltaico “Smartflower” in abbinamento alle termopompe professionali di azzera le bollette ti garantiranno un eccellenza assoluta in termini di affidabilità e copertura energetica della tua abitazione.

4-Si adatta perfettamente ad un impianto fotovoltaico esistente

Aumentare la potenza dell’impianto fotovoltaico tradizionale quando si decide di installare una termopompa per il riscaldamento, è diventata un’esigenza obbligata per tantissimi possessori di impianti fotovoltaici a tetto.

Infatti installando pompe di calore per il riscaldamento l’energia di un tradizionale impianto da 3/4 kw non basta più, perchè si trasferisce tutto il carico energetico di riscaldamento e acqua calda sull’elettricità e quindi si rende obbligatoria un integrazione di potenza.

Ci sono parecchi impianti che godono ancora del conto energia (incentivo alla produzione per 20 anni) e cercare di modificare il campo solare a tetto esistente rischierebbe di far saltare tutto l’incentivo rimanente, con una perdita economica notevole, inoltre nella maggior parte dei casi ci si ritrova senza più disponibilità sul tetto.

Grazie allo Smartflower, che non necessita di permessi e paesaggistiche per essere posato in giardino, si può integrare agevolmente tutta la potenza elettrica di cui queste termopompe necessitano, risolvendo agevolmente il problema, integrando con una soluzione di prestigio il proprio giardino e  senza intaccare la continuità dell’impianto esistente sul tetto.

5- Smartflower è già predisposto per le batterie al litio

Essendo un fotovoltaico di ultima generazione e made in Austria, il sistema è già predisposto per le batterie di accumulo, che ti garantiscono di immagazzinare energia elettrica durante il giorno per riutilizzarla poi di notte e nei giorni seguenti in caso di brutto tempo.

6- piace alle donne!

In fatto di gusto, design ed estetica il mondo femminile non transige! Sopratutto quando si parla della propria casa. Il fatto di abbinare prestazioni eccezionali ad un design accattivante e di prestigio rende questo fiore fotovoltaico un must per le soluzioni residenziali di alto livello.

Intendiamoci, è chiaro che se ben installati anche i pannelli tradizionali non sono poi cosi male, ma avere un dispositivo in giardino posizionato in un luogo poco utilizzato, senza deturpare strutture moderne, vi permetterà di risolvere tutti i problemi con il gentil sesso e gli architetti…

7- Garantito 25 anni, autopulente, anti surriscaldamento e trasportabile in caso di trasloco.

La produzione viene garantita 25 anni , l’impianto si auto pulisce ogni giorno grazie alle spazzole montate tra un petalo e l’altro, in questo modo anche in caso di nevicate abbondanti si potrà ottenere la massima produzione e la massima efficienza.

Smartflower è completamente aerato in modo naturale, a differenza degli impianti a tetto che subiscono la radiazione solare diretta e indiretta delle tegole sottostanti, raggiungendo temperature proibitive soprattutto d’estate, pregiudicando la produzione proprio dove l’impianto dovrebbe rendere di più.

 Inoltre in caso di trasloco, sarà facilissimo smontare il fiore, caricarlo su un camioncino e portarselo nella nuova casa…